Kettlebell …. Hardstyle vs Soft Style

Mi sono avvicinato ad allenarmi con questo attrezzo circa 16 anni fa, e personalmente ne sono rimasto molto colpito. A quei tempi usare le kettlebell durante gli allenamenti era un pò “out”… veniva visto come qualcosa di troppo pesante che ti “spaccava”… le battute ed i commenti che ho sentito in quei tempi si sprecavano …..

Oggi, per fortuna o sfortuna, tutto è cambiato, li utilizzano praticamente tutti, non importa se bene o male, l’importante è utilizzarli, è di moda, oggi allenarsi con le kettlebell è “in”…..

Quello che pero forse non tutti sanno è che esistono prevalentemente 2 tecniche diverse per utilizzare il kettlebell. Per un professionista, è fondamentale conoscere ed approfondire, sempre, è sopratutto avere una buona conoscenza del corpo umano e della biomeccanica, in questo modo diventerà più facile apprendere e scegliere la tecnica migliore.

Proverò in questo articolo a dare una panoramica dei diversi stili, provando ad evidenziare le principali differenze, astenendomi dall’essere di parte, o dare giudizi personali…. che potrete conoscere e chiedermi contattandomi sulle mie pagine social o scrivendomi qui ……

Questo attrezzo è stato utilizzato per lungo tempo in Russia, ed è approdato negli Stati Uniti verso il finire degli anni 90, esistono diverse storie a riguardo, anche su chi li ha portati in America, spesso penso che la differenza di stili nasca proprio da questo. Ad ogni modo,  Pavel è considerato la persona che li ha resi popolari negli Stati Uniti.

 

Life Style

questa tecnica è da attribuire principalmente a Valery Fedorenko, il quale ha portato il kettlebell nello sport, dove la caratteristica di base è l’attenzione che si pone sull’efficienza energetica per un lungo periodo di tempo. La maggior parte degli eventi dura dieci minuti e il partecipante non è autorizzato a mettere giù il kettlebell. L’atleta pertanto sarà portato a conservare energia durante i movimenti, per poterli mantenere nel tempo sempre efficienti. Alcune differenze fondamentali di questo stile rispetto all’altro, è quello di usare una sola mano, ovvero, non ci sono swing a due mani. Questo spiega il diverso design della maniglia dei due kettlebell nella foto sopra. Il pollice blocca l’indice sul kettlebell (quasi come un gancio), in modo che la forza di presa non giochi un ruolo importante. La respirazione in questa tecnica è utilizzata in maniera completa ed efficiente, abbinandola in maniera fluida al movimento e senza pressurizzazione, stile di respirazione simile a quello che viene praticato nei movimenti di resistenza o di efficienza energetica, dove l’atleta sta cercando di utilizzare la respirazione diaframmatica per mantenere bassa la frequenza cardiaca . 

 

Hard Style

Questo è lo stile reso pubblico da Pavel Tsatsouline, atleta e preparatore, ha utilizzato questa tecnica per addestrare le forze militari americane e sovietiche. Se dovessimo sintetizzare questa tecnica potremmo definirla come:

“alta intensità e poche ripetizioni”.

In questo stile la potenza è alla base, qui non si mira a conservare l’energia, ma si cerca di eseguire ogni ripetizione intensa e potente indipendentemente dal carico che si sta utilizzando. Il lavoro si svolge tra tensione e rilassamento, tensione quando la cerniera dell’anca lo fa “schizzare” in alto, rilassamento quando il kettlebell galleggia in aria nel punto “morto” tra la fine della spinta data dal bacino, e la forza di gravità. Lo swing è un movimento balistico, il kettlebell viene letteralmente lanciato in aria e guidato attraverso gli arti superiori.

Questo stile ha al suo interno componenti delle arti marziali, esso si basa sull’essere intensi e subito dopo rilassati. Per farvi capire meglio, pensate ad un atleta che pratica arti marziali che lancia un pugno!

Un altra grande differenza in questo stile è la respirazione. In Hard Style il respiro è utilizzato per portare più potenza al movimento, ovvero, l’addome è come pressurizzato dal larga che contiene, che poi viene rilasciata i piccole dosi mentre si esegue il movimento, si vi avvicinate a qualcuno che sta utilizzando questa tecnica sentirete come “dei grugniti” uscire dalla sua bocca.

 

In entrambi i casi il lavoro con questo attrezzo è splendido, scegliete la tecnica che vi da più soddisfazione, e dateci dentro….

Buon Allenamento

Calle Flauto

 

By |2019-07-12T13:44:00+00:00Luglio 12th, 2019|Fitness & Wellness, Out Line, Training|