Questa è l’unica dieta che funziona!

Vivo tutti i giorni nel mondo del fitness e del wellness, e sempre più spesso sento parlare di alimentazione, diete, combinazioni alimentari, barrette proteiche, frullati proteici, ecc…

Come ho sempre detto, e scritto più volte, sulla alimentazione si è detto di tutto, e si dice di tutto, tutti hanno un modo migliore di alimentarsi rispetto ad altri, la dieta di tizio funziona meglio di quella di caio, e così via. Poi abbiamo i “luoghi comuni”, che la fanno sempre da padrone: la dieta non funziona, perdere peso e mantenerlo è impossibile, tanto poi riprendo tutto con gli interessi.

Quello che non funziona è il modo in cui ci si avvicina alla perdita di peso o massa grassa, non si comprende a fondo lo sforzo continuo che si deve fare, e di come vanno cambiate radicalmente alcune cattive abitudini. Se riuscite a comprendere questo, capirete da soli che richieste come: “Dammi una dieta che funziona veloce”, “Qual è il modo più semplice per bruciare calorie?”, “Posso mangiare i dolci al mattino”,” quante calorie posso ingerire al giorno”, non hanno modo di esistere. Le persone spesso si danno sempre un punto di arrivo, ma spesso si perdono durante il viaggio, e invece non capiscono che è il viaggio stesso che porterà i cambiamenti.

La stessa cosa vale per quando ci accingiamo ad apportare modifiche alla nostra “dieta”, e sappiamo già che queste modifiche non saranno sostenibili nel tempo; la perdita di peso a lungo termine non è solo auspicabile, ma gratificante al tempo stesso e irreversibile. Se durante il nostro “viaggio” abbiamo imparato delle cose, difficilmente le dimenticheremo, le abbiamo fatte nostre, e le applicheremo ogni giorno della nostra vita.

Finchè vivrete le buone regole della alimentazione come una “dieta”, allora sicuramente la vostra “dieta sarà destinata a fallire. La definizione stessa di “dieta” andrebbe rivista, purtroppo nel immaginario collettivo ci si riferisce alla “dieta” per definire strutture organizzate di cibi e bevande consumati o non consumati con l’intento di perdere peso, mentre con il termine dieta si dovrebbe riferire solamente a ciò che si mangia.

Sicuramente viviamo in un mondo pieno di luoghi comuni, pieno di cibi particolarmente elaborati, pubblicità di prodotti alimentari che ci spingono a far credere che “leggero” non si riferisca al peso, ma all’impatto che quell’alimento ha sul nostro organismo, e tutto questo ci ha portati a sviluppare abitudini malsane che oramai diamo per scontate. Pertanto, diete da fame, o il conteggio delle calorie non faranno altro che  sottolineare una forza di volontà e disciplina che non potrà che portare al fallimento. Sicuramente avrete sentito dire più di una volta di calcolare le calorie in “uscita” e quelle in “entrata. Messa giù così in effetti sembra facile, si diminuiscono le calorie in entrata, si aumentano quelle in uscita, ed il gioco è fatto! …. ma allora se è così facile perché non vediamo questi risultati così eccezionali?

Le persone tendono a utilizzare il conteggio delle calorie per giustificare piccole porzioni di cibo poco nutrienti che ingeriscono per tutto il giorno. Ma questo è anche un ottimo modo per rovinare ogni esperienza. Il monitoraggio ossessivo di “calorie in entrata” e l’approssimativo calcolo delle “calorie in uscita” (spesso basato sulla stima del calcolo del metabolismo basale) non può essere vita!

Ho sempre fortemente asserito, forse anche a causa delle mie esperienze personali che le “diete tradizionali” non funzionano, e ancora peggio sono le “diete veloci”. Spesso producono danni maggiori dell’alimentarsi senza controllo, in quanto rallentano e abbassano il metabolismo basale. Pensate al vostro metabolismo basale come la cilindrata della vostra autovettura; tutte le volte che sottoponete il vostro corpo a una “carestia” di cibo, esso tenderà a “tutelarsi” e come conseguenza diminuirà quello che fa consumare di più: la massa muscolare. Per tornare all’esempio della cilindrata della vostra autovettura, e come se foste passati da un 2.000 cc a un 1.200 cc

Esiste poi ancora tutta una parte di scuse “quotidiane”  che tutti noi ci diamo regolarmente: “al mattino non ho tempo di fare colazione”, “a pranzo mangio cosa capita perché ho poco tempo”, “si ma in inverno è normale prendere peso”, “no in vacanza non controllo nulla di ciò che mangio, in fondo sono in vacanza”, ecc… Capirete da soli che queste scuse non hanno altro motivo se non quello di metterci a posto con la “coscienza”.

Quindi Cosa Fare?

Sicuramente migliorare l’approccio al “cibo” è già un buon inizio, lavorare sul cambiare lo stile di vita, e modificare le cattive abitudini che oramai fanno parte di noi. Il cambiamento dovrà essere sostenibile, pertanto cominciare a lavorare sulle abitudini giornaliere, esse sono quelle che compongono la maggior parte delle vostre azioni: sono gli stimoli quotidiani e ambientali che portano ad una routine, e spesso sono seguiti da un premio.

Gli stimoli per assumere cibo devono essere evidenti e chiari: la fame ad esempio è uno di questi! Un altra azione fondamentale per la perdita di peso e una migliore salute, non è mai di mangiare meno, ma sostituire cibi meno nutrienti con cibi più nutrienti, mangiare cibi meno elaborati che hanno un minor numero di ingredienti. Frutta, verdura, cereali integrali, noci e legumi, uova e carni, sono naturali e non sono costruiti in un laboratorio.

Non contate le calorie, le quantità,  ecc,  spesso basta sostituirle: ad esempio potete sostituire una cotoletta e patatine fritte con un petto di pollo alla griglia e un insalata o se proprio si vuole con una patata dolce. Bere molta acqua è un altra di quelle abitudini importanti da acquisire: l’acqua dovrebbe essere uno dei pochi “liquidi” da assumere per tutto il giorno e per tutti i giorni ! Altre abitudini importanti sono quelle di pianificare i pasti e di conseguenza la spesa, e non perdere mai il “piacere” di sedersi a mangiare, e dedicarsi del tempo per il pasto.

Vi ho lasciato per ultima una abitudine fondamentale: il movimento! Facciamocene una ragione, il corpo umano è fatto per muoversi. Pertanto diventa fondamentale inserire almeno 15 minuti ogni giorno di movimento, meglio se utilizzate allenamento ad alta intensità tipo circuit training, tabata workout, kettlebell complex. Ricordatevi che avere più muscoli aumenta il metabolismo, quindi credo che “fare fatica” ne valga la pena. Poi naturalmente, muovetevi il più possibile: concedetevi lunghe passeggiate, portate più spesso a spasso il cane, e fate le pulizie tutti i giorni, ecc…..

Buon allenamento

Calle

By |2018-06-20T10:42:47+00:00Gennaio 29th, 2017|Alimentazione, Out Line|