…quali propositi per il nuovo anno…

Felice 2018!!

E’ appena terminato il 2017, e come alla fine di tutti gli anni si procede a fare una valutazione di quello che è stato: obbiettivi raggiunti o non raggiunti, esperienze positive o negative, avventure e disavventure che ci hanno accompagnato per tutti i 365 giorni passati.

Così ci accingiamo da subito, anche in relazione alle esperienze passate, a progettare nuovi propositi per l’anno che verrà….  vorrei… vorrei…….

Naturalmente non ho le risposte a tutti questi vorrei, ma quello che ho imparato nella vita e che spesso a tutti questi “vorrei” manca una componente fondamentale:

la personale condizione e predisposizione mentale positiva

Certo e vero che molte delle cose che si desiderano non dipendono direttamente da noi, però, una buona “predisposizione mentale”, e un “pensiero positivo” sono sicuro che facilitano di molto le cose. Mentre, per i “vorrei” che dipendono “direttamente” da noi,  bisognerebbe smettere di pensare a cosa volere, e cominciare a fare una sorta di “autoanalisi” per cercare di capire il perché molti di questi “desideri” non si sono mai avverati. Tralasciando quelli che non dipendono dalla nostra persona (anche se spesso cambiare il proprio atteggiamento mentale porta gli altri a relazionarsi in maniera completamente diversa con noi), capire il perché le nostre aspettative che dipendono direttamente da noi non si sono mai realizzati, ci aiuterebbe molto a far si che si realizzino al più presto nell’anno che è appena iniziato.

Nello specifico, se analizzassimo il perché i risultati tanto sperati sui cambiamenti del nostro corpo non siano avvenuti, dovremmo inizialmente pensare a:

… quanto mi sono allenato seriamente ?

… quanto tempo ho dedicato alle mie sedute di allenamento ?

… quanto ho controllato la mia alimentazione ?

… quanto tempo ho dedicato alla cura del mio corpo ?

… quanto sono stato determinato a conseguire i miei obbiettivi ?

Se avete risposto in maniera negativa ad almeno 2 delle domande sopra descritte, sicuramente capirete da soli del perché certi cambiamenti non siano avvenuti, questo però non dovrebbe demoralizzarvi, ma al contrario, spronarvi e darvi nuovi stimoli… in fondo adesso sapete cosa è andato storto

Mi piacerebbe a questo punto stilare qui a seguito una sorta di “lista” , non solo dettata dalla mia personale conoscenza del settore, ma anche dettata dal buon senso di un uomo, che ha commesso un sacco di errori proprio come voi, ma che proprio per questo ha imparato sulle proprie spalle molte cose che magari molti di voi non conoscono….

 

1. Scegli ciò che mangi e mangialo con parsimonia: quello che ho imparato nel tempo e che nessun cibo è intrinsecamente malvagio, ma spesso assumere delle quantità elevate, o combinarlo con altri in maniera eccessiva e sbagliata, né cambia completamente il risultato. In questi tempi va molto di moda il suggerire alcuni alimenti piuttosto che altri, spesso anche dettati da quei luoghi comuni che mai andranno via, (le arance hanno la vitamina C, le banane il potassio, i legumi contengono ferro, ecc…), ma non dimenticate mai che tutti gli alimenti hanno delle sostanze che ci fanno bene, ma quello che fa la differenza e il “come” e il “quanto” ne assumiamo….

Mangiate principalmente verdure fresche, frutta, frutta secca, carne, pesce e uova. Cercate sempre di mantenere i livelli dello zucchero al minimo e cercate di bere il meno alcol possibile…..

 

2. Idratatevi sempre abbondantemente: ricordate sempre che l’acqua è il nutriente più importante per il nostro corpo, essa svolge innumerevoli funzioni vitali, e senza, il nostro corpo non potrebbe funzionare che per pochi giorni. La composizione media per un uomo adulto si aggira intorno al 60% del peso del corpo, mentre le donne ne posseggono una quantità minore, ma non scende quasi mai sotto al 50%.

Ricordatevi sempre di assumere una giusta quantità di acqua durante il giorno, che naturalmente varia da persona in persona, ma stare dentro tra 1 litro e mezzo, 2 litri potrebbe sembrare la giusta misura. Senza mai dimenticare che parecchi cibi sono composti di acqua, se date un occhiata alle tabelle, rimarrete stupiti di quanta acqua si può trovare in una bistecca o in una insalata.

 

 

3. Camminate tutti i giorni, magari anche più volte al giorno: le persone tendono spesso a dimenticarlo, eppure fa parte del nostro essere, e dentro il nostro DNA, pensate a come sarebbe andata diversamente la nostra evoluzione se l’uomo non avesse camminato. Ai giorni nostri purtroppo assistiamo ad una vera e propria “involuzione”, pensate che alcuni recenti studi hanno evidenziato di come il 40% degli adulti cammina il minimo indispensabile o addirittura mai, e purtroppo questa percentuale e destinata ad aumentare.

Pertanto, camminate… lasciate l’auto sempre più distante, evitate di prendere gli ascensori, evitate il più possibile tutte quelle comodità che giorno dopo giorno vi fanno diventare sempre più pigri. Inserire una camminata appena svegli non sarebbe male, o subito prima di cena. Dopo il nostro work out di allenamento camminate per almeno 15/20 minuti. Fatelo camminando a un ritmo veloce e sostenuto, ma che vi consenta allo stesso tempo di “parlare”.

 

4. Esercitatevi ad alta intensità, Hight Intensity Intervall Training (HIIT): sempre più persone passano alla pratica di questi workout di allenamento. Questa tecnica unisce tra i molteplici benefici quello di lavorare contemporaneamente in un unica seduta di allenamento alla perdita di massa grassa mantenendo o aumentando la massa magra. Questo tecnica di allenamento stimola la risposta metabolica e ormonale del corpo, allena cuore e polmoni, e fattore da non sottovalutare, riduce sensibilmente il tempo dedicato al lavoro.

L’ideale sarebbe quello di farlo almeno 3/5 giorni alla settimana, fallo durare dai 15/30 minuti, e renderlo intenso, in maniera tale che ti porti a “respirare a fatica”, a “sudare” e “renderti dolorante muscolarmente” (DOMS). Bilanciate la vostra seduta di allenamento con un alternanza di esercizi intensi e di facile esecuzione.

 

5. Allungatevi e rendetevi mobili costantemente: questo è da sempre un elemento troppo trascurato. Ma il nostro corpo non può funzionare bene se è rigido e poco mobile, i nostri muscoli non possono essere forti se prima non sono flessibili. Pertanto non sottovalutate mai questo elemento, e dedicategli, oltre a una quindicina di minuti ogni giorno durante le vostre sessioni di allenamento, e almeno 1 seduta intera ogni settimana. Fate Yoga, praticate “asana” e “vinyasa” che rendano il vostro corpo sempre più flessibile e mobile. In particolare, ricordatevi che più gli anni passano, e più dovreste rivolgere l’attenzione alla flessibilità e alla mobilità.

 

6. Meditate gente, meditate: non importa che siate sdraiati, in piedi, nella posizione del fiore di loto o in qualsiasi altra posizione, meditare vi aiuterà a creare uno spazio dentro di voi, aiutandovi a “connettervi” con voi stessi. Certo, non sarà sicuramente facile, e in particolare all’inizio, sarà veramente dura ricavarsi un varco intatto che vi possa portare un un’oasi di pace e armonia tutta vostra, dove possiate ritrovarvi.

Per farlo non avete bisogno di grandi cose: un luogo tranquillo, e del tempo da dedicare a se stessi. Si può prediligere l’alba o il tramonto, ma anche altri momenti della giornata possono andare bene, sedetevi a gambe incrociate, mantenendo gli occhi chiusi e la schiena eretta. Potete iniziare dedicandogli anche solo qualche minuto, e poi aumentare nel tempo, cercate solo di ridurre al minimo indispensabile le interruzioni. Respirate profondamente, e concentratevi in una silenziosa attività di ritiro della mente dai pensieri e dagli oggetti esterni, lasciate che la mente si concentri con il vostro essere e lasciate che tutto scorra, prendendo bene coscienza delle cose.

 

Questa lista e piena di “dritte” per aiutarvi a farvi raggiungere i vostri obbiettivi, sperando di vedervi arrivare al prossimo fine dell’anno soddisfatti dei risultati ottenuti. Se comincerete ad eseguire alcune delle linee guida qui descritte, non solo vi prenderete cura del vostro corpo, ma anche la vostra mente e il vostro umore ne beneficeranno, rendendovi finalmente dei “positivi”

Non mi resta che augurarvi una splendido 2018 e un anno ricco di soddisfazioni e risultati positivi!

Buona allenamento

Calle Flauto